martedì 9 marzo 2010

Grande Fratello & SanRemo

Grande Fratello & SanRemo
i soliti programma Culturale che:
Sponsorizza L’omosessualità come alternativa al Talento
Il Finto Buonismo come regola di vita
Il Puttanizio Femminile come traguardo raggiunto dalle Donne in cerca di Emancipazione
Le Lacrime sempre a portata di mano che servono sempre
Le varie facce della stessa persona
Vuoi comprarti il successo in TV pubblica o privata che sia?
Devi essere froc. ops! Gay o Troi. ops! donna aperta, disponibile, emancipata
Devi avere il colore della pelle di qualsiasi colore purché non sia Bianco
Devi avere uno dei due Genitori che non si fa vedere da almeno 10 anni
Devi Offendere o trasgredire qualche cosa, qualsiasi cosa sia va bene
Devi vomitare sulla Mediaset se sei sulla Rai, o Vomitare sulla Rai se sei su Mediaset
Devi conoscere la De Filippi o Baudo
Devi essere d’accordo con tutto il contrario di tutti
Viva L’Italia Emancipata.

giovedì 25 febbraio 2010

Il Cerchi dei Miracolati

Il Cerchio dei miracolati
A Te Cittadino!
Il nostro Sindaco C’è
I nostri consiglieri Ci sono
L’opposizione C’è
Ci sono tutti mentre si partorisce Fuori all’ufficio Postale
Ci sono tutti mentre il Traffico arriva dentro casa
Ci sono tutti mentre L’Asl ci manda nei centri privati targato amici degli amici
Ci sono tutti mentre Auchan ha messo il nostro commercio in Saldi
Ci sono tutti mentre qualche dirigente comunale si aumenta lo Stipendio
Ci sono tutti mentre un cittadino non sa come fare
Non sai come costruire il Tuo sottotetto con doppio accessorio e vista sul Cardinale?
Non sai come si ottiene l’occupazione parziale o totale dei marciapiedi?
Non sai come far rientrare il Tuo terreno nella zona Pip?
Beh! Devi sapere che per ogni tuo Problema
Il Cerchio dei Miracolati C’E’
Sveglia!!!!!

Il Parassita Comunale

Il Parassita Comunale
Il parassita comunale è quello che la mattina si sveglia alle 07:15 e che per le 8 sta fuori al solito Bar per poi iniziare alle 08:15 la sua dura giornata di Lavoro.
L’operaio Bracciante Agricolo
L’operaio bracciante agricolo è quel signore di mezz’età che la mattina si sveglia alle 4 in tutta fretta per ritrovarsi alle 04:30 fuori al solito Bar insieme ad altri (non tutti italiani) ad aspettare il Caporale che li trasporta per 50/60 Km in un furgone per dare inizio alle 05/ 05:15 la giornata Lavorativa che di solito non supera le 50 €uro praticamente1 €uro per Km circa.
Il Parassita Comunale
Il parassita comunale è quello che non ama ne il freddo ne il buio, quindi la sera prima lascia il riscaldamento e le luci accese nel suo luogo di lavoro cosi la mattina e già tutto caldo e luminoso.
L’operaio Bracciante Agricolo
L’operaio bracciante agricolo è quello che per riuscire a pagare tutte le bollette spegne sempre troppo presto i riscaldamenti e le luci di casa pur non amando ne il freddo ne il buio.
Il Parassita Comunale
Il parassita comunale è quello che alle 10 non riesce proprio a rinunciare ad una buona tazzina di caffè del Bar, vuoi perché è più buono, vuoi perché c’è sempre l’amico che offre, vuoi perché è un modo come un altro per ammazzare il tempo ma il caffè è caffè.
L’operaio Bracciante Agricolo
L’operaio bracciante agricolo è quello che verso le ore 09 / 09:30 dopo le prime 4 ore di lavoro chiede al caporale di potersi prendere un pò di caffè preparato dalla moglie alle 4 di mattina e messo con cura nel termos e magari offrirne un po’a tutta la squadra, poi si sa il caffè di casa è più buono vuoi perché non si perde del tempo, vuoi perché in aperta campagna ci sono solo alberi e nessun Bar, vuoi perché e un modo come un altro per non decurtare troppo dalla ricca 50 €uro.
Il Parassita Comunale
Il parassita comunale è quello che quando arriva un operaio bracciante agricolo dice sempre con voce sicura e autoritaria “ASPETTA Lì”
L’operaio Bracciante Agricolo
L’operaio bracciante agricolo è quello che quando si reca dal parassita comunale dice sempre a voce bassa “Scusate, Posso?”
Il Parassita Comunale
Il parassita comunale è quello che quando si reca negli uffici dove si decidono le sorti del nostro paese, dice sempre a voce bassa ““Scusate, Posso?”
L’operaio Bracciante Agricolo
L’operaio bracciante agricolo è quello che quando ospita uno di quelli che vanno in giro per le case a chiedere i Voti dice sempre con voce sicura e autoritaria “ Prego, Prego, questa è casa vostra”
Il Parassita Comunale
Il parassita comunale è quello che guadagna più di un operaio bracciante agricolo che fa 50/60 Km all’andata e 50/60 Km al ritorno alle 5 del mattino per 50 €uro (se non piove) e lo fa senza Sé e senza Mà.
L’operaio Bracciante Agricolo
L’operaio bracciante agricolo è quello che guadagna meno del parassita comunale che percepisce uno stipendio fisso (piove o non piove) a 100metri da casa alle 8 del mattino e lo fa con tanti Sé e troppi Mà.

domenica 6 dicembre 2009

Giunta Comunale di Qualiano

La Giunta Comunale

Chi è Il Migliore? e Chi Il Peggiore?
A Tutti dedico questa Canzone di Rino Gaetano con un video fatto da Pollicino
http://video.google.it/videoplay?docid=958077571963470833&ei=hpgZS8vTFp6q2wK7o-CRCA&q=ridi+pagliaccio&hl=it&view=2

C'è chi ascolta
Chi Fa finta di Ascoltare

C'è chi fa Finta di Capire
C'è chi capisce che deve fare finta di Capire

C'è chi non ha tanto da Fare
C'è chi nasconde il tanto da Fare

C'è chi dice tento per non dire proprio Niente
C'è chi dal niente fa finta di aver capito Tanto

C'è chi cambia Partito per partito Preso
C'è chi cambia Partito per affare Preso
C'è chi cambia Partito per affare Perso

C'è chi stà Tranquillo
C'è chi è meglio che stà Tranquillo!
C'è chi cerca di stare tranquillo
C'è chi sà cosa fare per stare "Tranquilli"

C'è chi scrive
C'è chi legge
C'è chi pensa
C'è chi non riesce a pensare ad altro

C'è CHI RESTA IN SILENZIO!!!!

C'è chi si presenta dopo la Tempesta
C'è chi vive di Tempesta

C'è chi arriva in Ritardo
C'è chi non viene per Dispetto
C'è chi non viene per Imbarazzo
C'è chi se ne Frega
C'è chi Ride
C'è chi fa Ridere
Ma Tutti assieme fanno Piangere

lunedì 19 ottobre 2009

Qualcuno era comunista.Perche'?

Qualcuno era comunista perché era nato in Emilia.
Qualcuno era comunista perché il nonno, lo zio, il papà. .. la mamma no.
Qualcuno era comunista perché vedeva la Russia come unapromessa, la Cina come una poesia, il comunismo come il paradiso terrestre.
Qualcuno era comunista perché si sentiva solo.
Qualcuno era comunista perché aveva avuto una educazione troppo cattolica.
Qualcuno era comunista perché il cinema lo esigeva,il teatro lo esigeva, la pittura lo esigeva, la letteratura anche. . . lo esigevano tutti.
Qualcuno era comunista perché glielo avevano detto.
Qualcuno era comunista perché non gli avevano detto tutto.
Qualcuno era comunista perché prima… prima…prima… era fascista.
Qualcuno era comunista perché aveva capito che la Russia andava piano, ma lontano.
Qualcuno era comunista perché Berlinguer era una brava persona.
Qualcuno era comunista perché Andreotti non era una brava persona.
Qualcuno era comunista perché era ricco ma amava il popolo.
Qualcuno era comunista perché beveva il vino e si commuoveva alle feste popolari.
Qualcuno era comunista perché era così ateo che aveva bisogno di un altro Dio.
Qualcuno era comunista perché era talmente affascinato dagli operai che voleva essere uno di loro.Qualcuno era comunista perché non ne poteva più di fare l'operaio.
Qualcuno era comunista perché voleva l'aumento di stipendio.
Qualcuno era comunista perché la rivoluzione oggi no, domani forse, ma dopodomani sicuramente.
Qualcuno era comunista perché la borghesia, il proletariato, la lotta di classe...
Qualcuno era comunista per fare rabbia a suo padre.
Qualcuno era comunista perché guardava solo RAI TRE.
Qualcuno era comunista per moda, qualcuno per principio, qualcuno per frustrazione.
Qualcuno era comunista perché voleva statalizzare tutto.
Qualcuno era comunista perché non conosceva gli impiegati statali, parastatali e affini.
Qualcuno era comunista perché aveva scambiato il materialismo dialettico per il Vangelo secondo Lenin.
Qualcuno era comunista perché era convinto di avere dietro di sé la classe operaia.
Qualcuno era comunista perché era più comunista degli altri.
Qualcuno era comunista perché c'era il grande partito comunista.
Qualcuno era comunista malgrado ci fosse il grande partito comunista.
Qualcuno era comunista perché non c'era niente di meglio.
Qualcuno era comunista perché abbiamo avuto il peggior partito socialista d'Europa.
Qualcuno era comunista perché lo Stato peggio che da noi, solo in Uganda.
Qualcuno era comunista perché non ne poteva più di quarant'anni di governi democristiani incapaci e mafiosi.Qualcuno era comunista perché Piazza Fontana, Brescia, la stazione di Bologna, l'Italicus, Ustica eccetera, eccetera, eccetera…
Qualcuno era comunista perché chi era contro era comunista.
Qualcuno era comunista perché non sopportava più quella cosa sporca che ci ostiniamo a chiamare democrazia.
Qualcuno credeva di essere comunista, e forse era qualcos'altro.
Qualcuno era comunista perché sognava una libertà diversa da quella americana.
Qualcuno era comunista perché credeva di poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri.
Qualcuno era comunista perché aveva bisogno di una spinta verso qualcosa di nuovo.Perché sentiva la necessità di una morale diversa.Perché forse era solo una forza, un volo, un sogno era solo uno slancio, un desiderio di cambiare le cose, di cambiare la vita.
Sì, qualcuno era comunista perché, con accanto questo slancio, ognuno era come… più di sé stesso.Era come… due persone in una. Da una parte la personale fatica quotidiana e dall'altra il senso di appartenenza a una razza che voleva spiccare il volo per cambiare veramente la vita.No. Niente rimpianti. Forse anche allora molti avevano aperto le ali senza essere capaci di volare…come dei gabbiani ipotetici.E ora? Anche ora ci si sente come in due.Da una parte l'uomo inserito che attraversa ossequiosamentelo squallore della propria sopravvivenza quotidiana e dall'altra il gabbiano senza più neanche l'intenzione del volo perché ormai il sogno si è rattrappito.Due miserie in un corpo solo.
GIORGIO GABER

venerdì 9 ottobre 2009

Dipendenti Comunali e i suoi Surrogati

Alcuni sono cosi intensamente utilizzati:
· 4 o 5 Persone nel Campo Sportivo a guardare crescere l’erba ed aprire il cancello per poi richiuderlo mentre gli spogliatoi si sgretolano sotto gli occhi vigili dei custodi
· 4 Persone nella Villa Comunale ad aprire il cancello per poi richiuderlo e all’occorenza mettere in funzione la fontana centrale, Quale? Quella con all’interno i pesciolini rossi, rossi non di natura ma per la ruggine.
· 4 Persone all’ingresso del cimitero per contare i marmi, i loculi, i fiori i parenti del morto, il morto l’auto che ha portato il morto a destinazione, sperando che non ripassa l’auto del Maresciallo presenza non gradita.
· 3 Persone al giorno nella Biblioteca Comunale frequentata da 2 persone a settimana.
· 2 Dipendenti Comunale impiegato per aprire e chiudere un cancello che non c’è in una piazzetta di 5 metri quadri che si trova vicino al pozzo comunale ed è frequentata da 6 anziani che sostano li solo in estate all’inbrunire.
· Altri 3 sono impiegati alla Scala, sì la famosa scala, non quella di Milano ma quella del Palazzo Comunale, una vecchia canzone napoletana recitava cosi: “scanlinatella longa, longa, longa ecc. ecc”.. Salgono e poi scendono per poi risalire e riscendere, risalire e riscendere con in mano un foglio targato 28 settembre del 43 il giorno della rivolta dei napoletani contro i Tedeschi
(le famose 4 giornate di Napoli.)
· Uffici Tecnico, la parte più ricca del comune…………. In quell’ufficio fai prima a contare i fogli archiviati che i dipendenti che frequentano quest’ufficio, chi sa perché……..eppure il piano regolatore è fermo in quel foglio targato 28 settembre del 43 che sale e scende senza andare da nessuna parte!!!

Eccetera eccetera……….si potrebbe andare avanti fino ad arrivare a 80 persone.

10 settori gestiti da 80 dipendenti comunali più 30 dipendenti della multiservizio per un totale di 110 stipendi escluso i PREMI PRODUTIVITA’
COMPLIMENTI!!!!

venerdì 2 ottobre 2009

Dipendenti comunali e i suoi Surrogati

Il comune di Qualiano gestisce 10 settori, ufficio Tecnico, Polizia municipale, igiene e salute ecc. per far sì che il tutto funzioni con scarsi risultati (vedi Polizia municipale amministrazione pubblica ecc.) sono impiegati circa 80 dipendenti comunali più una trentina della Famiglia Multiservizio per un totale di 130 stipendi, escluso gli L.S.U.
A questo punto se la matematica non m’inganna 80 diviso 10 è uguale a 8, otto dipendenti per ogni settore, più i 30 della Multiservizio esclusi gli L.S.U, COMPLIMENTI!!!!
Ora considerando che i 30 uomini della Multiservizio hanno tutti un parente impiegato comunale e che solo una piccola parte dei dipendenti comunali ha qualche parente che lavora nella Multiservizio la domanda nasce spontanea, è una cosa fatta in famiglia? O tutti avete sostenuto un corso seguito da un Concorso?
Visto che dal comando dei Vigili Urbani giustificano le tante figure di Mxxxa attribuendole alla mancanza d’uomini e non alla scarsa preparazione o poca volontà, porgo IO una domanda ai politici Locali (visto che il comandante dei vigili si vergogna di chiedere) perché non si prende 1 solo uomo per ogni settore e 5 dalla Multiservizio per un totale di 15 uomini e s’impiegano come Vigili Urbani?
Da cittadino mi domando, invece di 80 uomini per gestire 10 settori non si riesce con un po’ d’impegno e buona volontà a farlo con 70 uomini?
Da cittadino mi domando, non si riesce a gestire i tanti impegni della MultiServizio con 25 uomini al posto di 30?
Da cittadino mi chiedo ma i tanto derisi Vigili Urbani con 15 uomini in più, non lavorerebbero di più e meglio?
Da cittadino mi chiedo, invece di fare i soliti rimpasti politici possiamo fare un rimpasto dei Dipendenti Comunali?


Leggete e Diffondete